La scuola che verrà - Emanuele Berger

Care colleghe, cari colleghi,
 
lo scorso 11 dicembre vi abbiamo inviato il rapportoLa scuola che verrà, in cui sono formulate le idee per una riforma della scuola obbligatoria ticinese.
Lo stesso giorno il documento è stato presentato ai quadri scolastici: abbiamo il piacere di annunciarvi che il filmato della conferenza è ora disponibile online (link:  www.lascuolacheverra.ch/video.php).
 
Ricordiamo che la fase attuale vuole essere quella di una grande riflessione collettiva, nella quale tutte le figure che operano all’interno della scuola - in primis i docenti - sono invitate a partecipare, esprimendo le proprie opinioni, analisi e proposte. L'esperienza diretta e la professionalità di ogni insegnante sono elementi vitali per nutrire questo momento di potenziali grandi cambiamenti, che invita a esprimersi e a confrontarsi attorno a visioni e idee innovative sulla nostra scuola.
 
Le modalità di espressione e condivisione sono molteplici. Dagli interventi pubblici sulla stampa scritta, com’è già stato il caso in queste settimane, alla riflessione dei vari gruppi interessati (collegi docenti, gruppi professionali, associazioni magistrali, eccetera).
Oltre alla possibilità di esprimersi attraverso i canali tradizionali appena citati, ci permettiamo di ricordare l’esistenza di una nuova modalità di partecipazione: il questionario online. Attraverso questo strumento, ognuno ha la possibilità di contribuire alla riflessione, sia esprimendo il proprio grado di condivisione rispetto alle singole idee, sia formulando osservazioni e proposte libere.
Si tratta di un’importante opportunità che molti hanno già colto: invitiamo tutti gli altri a fare altrettanto, per poter disporre del maggior numero di elementi possibile in vista del proseguimento dei lavori. L'indirizzo è il seguente:www.lascuolacheverra.ch/qqindex.php
 
A complemento di quanto scritto sopra, segnaliamo che da parte delle associazioni magistrali ci sono giunte diverse richieste di rinvio dei termini di consultazione. Tra gli argomenti a sostegno della richiesta, è stata evidenziata la contemporaneità della consultazione riguardante la riforma con quella in corso sul profilo dei docenti. L'argomento è solido, tanto più che il profilo - contrariamente al rapporto La scuola che verrà - si presenta nella sua elaborazione finale, per cui anche l'analisi e le eventuali proposte di modifica possono richiedere un lavoro minuzioso.
Nella volontà di creare le condizioni migliori per un approfondito esame dei documenti in consultazione, e per ragioni organizzative di vario tipo, i termini sono così modificati:
 
•    Profilo e compiti istituzionali dell’insegnante della scuola ticinese:30 agosto 2015
•     La scuola che verrà:15 maggio 2015
 
Naturalmente i documenti e i questionari online che giungeranno alla nostra attenzione prima di questi termini saranno molto utili e graditi.
 
 
Un caro saluto
 
Emanuele Berger
 
Direttore di Divisione
Coordinatore DECS
______________________________________________________________
Repubblica e Cantone Ticino
http://www.ti.ch
Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport
Divisione della scuola
tel.       +41 91 814 18 11
fax       +41 91 814 18 19
Viale Portone 12
6500 Bellinzona          

 

 

AllegatoDimensione
scuola_41_11.12.2014.pdf768.45 KB